MARIA CHRISTINA HAMEL

Nata a New Delhi, ha trascorso la sua infanzia in India, Thailandia, Austria e nel 1973 si trasferisce a Milano, maturità linguistica alla Scuola Germanica di Milano, si diploma alla “Scuola Politecnica di Design” nel 1979 in Industrial Design. Ha frequentatola facoltà di Lettere all’ Università Statale di Milano.

Dopo esperienze lavorative con Andries van Onck, Ugo La Pietra, Ambrogio Rossari Dal 1982 al 1994 è stata l’assistenze principale di Alessandro Mendini e sua assistente nel 1984/85 all’Università di Arti Applicate (Hochschule fuer angewandte Kunst) a Vienna.

Ha insegnato al National Institute of Design (NID) di Ahmedabad in India (Università che ebbe tra i fondatori Charles Eames), al Craft ENAD di Limoges (Francia), all’ISIA di Faenza, all’Università del Progetto di Reggio Emilia, presso la NABA di Milano con la lezione sul “Mobile dipinto”, al Master di Lighting Design del Polimi e ha tenuto dei workshops con il tema “Ceramica e Luce” al ISDAT (Institut supérieur des arts de Toulouse) in Francia e recentemente a Laterza “Paradiso Terrestre, la creazione di un totem” con ADI Puglia. Attualmente è docente nelle materie Design e Design System all’Accademia di Belle Arti di Verona.

Dopo aver partecipato attivamente ad Alchimia, ben presto ha sviluppato il proprio particolare stile fortemente influenzato dalla propria formazione multiculturale e cosmopolita.

Da sempre autoproduce i suoi lavori, in particolare in vetro e ceramica, nei siti storicamente vocati a questa attività di artigianato artistico come Deruta, Murano, Albisola, Faenza, Castellamonte, Sesto Fiorentino, Modra (Slovacchia), Milano, Nove, Pietrasanta, Limoges.

Relatrice al congresso internazionale sulla ceramica presso il Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza nel 1997 e i suoi lavori sono stati pubblicati sull’annuario dello stesso museo.

Ha partecipato con una propria mostra personale ad Arte Fiera a Bologna nello spazio del Comune di Sassuolo (MO) con opere in ceramica e neon e arazzi in mosaico di vetro realizzati da Bisazza.

Altre sue mostre personali si sono tenute a Milano, Verona e Pietrasanta.

Nel 1991 con A. e F. Mendini ha partecipato con “Monumentino SWATCH “ alla Biennale di Venezia.

Una propria antologica curata da Silvana Annicchiarico, direttore del Triennale Design Museum si è tenuta presso iTriennale DesignCafè a Milano nel 2009.

Numerosissime sono le sue partecipazioni a collettive in tutto il mondo e una selezione di suoi lavori è stata inserita nel Design Year Book del 1997.

Nel 1994 ha fondato con Cesare Castelli, la società Castha per lo sviluppo e la diffusione del Design.

Dal 2000 al 2003 assieme a Cesare Castelli ha curato la ricerca di nuovi prodotti e il loro layout per il Reparto Casa del Dept. Store Fiorucci di Milano e Verona.

Ha progettato e curato la realizzazione di numerosi punti vendita, corners, shop in shops e allestimenti fieristici per aziende nel settore dell’oggettistica in Italia e all’estero.

Collabora stabilmente con numerose aziende in tutti i settori dell’ arredamento, dell’oggettistica e degli allestimenti fieristici.

E’ stata consulente per la ricerca e lo sviluppo di prodotti per la casa di una importante azienda della grande distribuzione (IPER).

Suo è il lay-out, il concetto colore e tutti gli arredi di Angelique Devil, negozio cult di Milano per l’erotismo femminile.

Principali aziende con cui ha collaborato:

Alessi, Acme, Arzberg, Ariston, Anthologie Quartett, Bisazza, Bardelli, Edra, FGB, Richard Ginori, Koziol, Leonardo, Marinoni, Carlo Moretti, Moto Guzzi, Play Line, Post Design-Memphis Milano, Ritzenhoff, Salviati, Segno, Sica, SlowWood, Tissot, United Pets.

Sue opere sono presenti alla Triennale di Milano, al MIC Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza e al Museo dell’Intarsio a Sorrento.

Parla e scrive correttamente inglese e tedesco e parla correttamente il francese

Suoi lavori sono stati selezionati al Compasso d’Oro (ALESSOFONO, produzione Alessi), al Bundes Preis fuer Design (TASCHE, produzione Koziol) e a Grand Design Etico (FIORI DI LUCE, autoproduzioni) .

E’ cofondatrice dell’associazione Milano Makers www.milanomakers.com e membro del comitato esecutivo, responsabile del settore del complemento d’arredo.


Principsli aziende con cui ha collaborato
Alessi, Acme, Arzberg, Ariston, Anthologie Quartett, Bisazza, Bardelli, Edra, FGB, Richard Ginori, Koziol, Leonardo, Marinoni, Carlo Moretti, Moto Guzzi, Play Line, Post Design-Memphis Milano, Ritzenhoff, Salviati, Segno, Sica, SlowWood, Tissot, United Pets.

Education

 Industrial Design – Scuola Politecnica di Design 

 

Lettere e filosofia Università Statale di Milano.

 

 


Editorial

Cose di casa, Vogue e molti altri


From Instagram

Instagram Error : Access Token is not entered under OSHINE OPTIONS > GLOBAL SITE LAYOUT AND SETTINGS. Access Token for your account can be generated from http://instagram.pixelunion.net/

La tavola Italiana produce pezzi pensati con una dulice funzione. Ogni prodotto è al contempo utile ed ornamentalr: che possano servire sia per contenere che per portare i cibi in tavola che per consumare un pasto.

LA TAVOLA ITALIANA is an broad assortment of tableware and accessories created under the styling concept Modern–Classic–Elegance .

Our style variety: Nature, Tradition, Classic can satisfy different consumers’ preferences.

La Tavola Italiana offers you ideas of table settings. We help  you to choose tableware and accessories.

We creates a special mood for any occasion.

All designs are exclusive & copyrighted .

STUDIO Via Tadino 6 – 20124 MILANO

PHONE +39 3886575347

MAIL info@latavolaitaliana.it